DOTT. WILLIAM AMZALLAG SPIEGA LE CELLULE STAMINALI

COME INIZIA LA VITA ?

DOTT. WILLIAM AMZALLAG (direttore comitato scientifico Jeunesse)

La vita, tra gli essere umani, inizia con la fusione tra l’uovo femminile e lo spermatozoo maschile. Ci vogliono milioni di spermatozoi prima di selezionare il fortunato che vincerà il diritto di raggiungere l’ovulo femminile. Indovinate una cosa? Quando lo raggiunge, forma la prima cellula staminale embrionale.

Con questa cellula, la vita è iniziata! Questa cellula ha un potere fantastico: si duplicherà in 2 cellule, una identica all’originale ed una andrà a formare il primo tessuto embrionale. Dopo molti giorni e molte divisioni di cellule, i 3 maggiori tessuti embrionali sono pronti a lavorare. Ognuno è responsabile della creazione di famiglie di “cellule staminali adulte". Queste formeranno le cellule specializzate come le cellule del cervello, cardiache o le cellule dei muscoli.

La differenza tra queste cellule (embrionali e adulte) è che l’embrione ha un potere illimitato di dare vita ad ogni cellula specializzata. Quelle adulte possono solo indurre quelle che sono parte del tessuto da dove sono state originate.

L’uso delle cellule embrionali è regolato dalle autorità della salute per 2 ragioni: la prima è che per ottenerle dobbiamo usare gli embrioni e questo sta creando un dibattito e critiche, ma questa ragione non è più corretta, perchè gli scienziati giapponesi hanno trovato un modo di generarle dalle cellule adulte della pelle, risolvendo il dibattito etico.

La seconda ragione è che le cellule embrionali sono così potenti che può essere possibile con esse clonare le cellule dell’essere umano e questo crea grossi dibattiti!!



DOVE LE TROVIAMO ?

Ma torniamo alla vita. Dopo 9 mesi il bambino nasce con oltre duecento diverse famiglie di cellule specializzate prodotte dalle cellule staminali. Non finisce qui, perchè la Natura ci anticipa sempre!

Anticipa cosa? La mancanza durante la vita. La mancanza di cellule specializzate, che muoiono o che non si duplicano. Quindi abbiamo bisogno di una soluzione e le cellule staminali sono la soluzione. La Natura ha fornito magazzini in tutte le parti del nostro corpo per immagazzinarle. Esse si trovano specialmente nel midollo osseo, nella pelle e nel grasso addominale.

Ecco, è ora che la storia si fa veramente eccitante. Che cosa succederebbe se potessimo estrarre queste cellule staminali e usarle per curare le malattie? Sapete che questo è stato fatto molte decine di anni fa! E’ chiamato trapianto di midollo osseo che è infatti “ il trapianto di cellule staminali”.

Questo protocollo è usato per pazienti con gravi leucemie nelle quali iniziamo a sradicare le cellule dal midollo osseo lasciando il paziente senza difese.

Nessuna cellula immune; infatti questo è il motivo per cui è confinato in un ambiente sterile. Una volta fatto, dobbiamo cercare il donatore appropriato che abbia simili geni da evitare rigetti di trapianto e le cellule staminali del donatore sono iniettate per sostituire quelle cancerogene.

Questo protocollo ha 2 questioni importanti: una è di trovare il donatore appropriato e la seconda è di evitare il rigetto dei tessuti usando potenti agenti immuno repressivi.



COME VENGONO UTILIZZATE ?

Oggi l’uso delle cellule staminali ha quasi rivoluzionato la medicina creando una nuova disciplina chiamata “Medicina Rigenerativa”. Questo ha l’obbiettivo di trovare le cellule staminali appropriate.

Queste cellule dovranno essere iniettate in aree specifiche per diventare le cellule specializzate che vogliamo. La medicina rigenerativa è la medicina del futuro: ogni funzione, ogni organo sarà l’obiettivo della terapia delle cellule staminali.

Tutto questo ha già avuto inizio con la medicina sportiva dove gli atleti usano le loro proprie cellule staminali per trattare i loro problemi alle articolazioni. Specialmente per le disfunzioni della cartilagine: alcuni atleti professionisti rimangono e rimarranno nel mercato per parecchi anni in più del normale, grazie alle regolari iniezioni di cellule staminali nelle loro articolazioni. Il trapianto cardiaco sarà ridotto grazie all’uso delle cellule staminali nel cuore.

Gli scienziati israeliani hanno trattato con successo alcuni non vedenti con le cellule staminali: l’Alzheimer, il Parkinson e l’Autismo sono in prova con le cellule staminali oggi. Il Diabete di tipo 2, e molto presto anche il diabete di tipo 1, saranno trattati con successo con le cellule staminali; il ginocchio ed altre articolazioni non saranno più trattate chirurgicamente.

E per quanto riguarda la pelle? Il trattamento delle ustioni con il trapianto di cellule staminali è già un gran successo e quindi, in che posizione si trova Jeunesse con la rivoluzione delle cellule staminali?

Lo spiegheremo all'interno di questo video, grazie al lavoro svolto dal Dott. Nathan Newman



DOTT. NATHAN NEWMAN SPIEGA COME UTILIZZA LE CELLULE STAMINALI

VUOI SAPERNE DI PIU’? LASCIA IL TUO MESSAGGIO E TI DARO’ TUTTE LE INFORMAZIONI









CELLULE STAMINALI